Il tuo gatto l’ha fatta sul divano anche se lo hai educato come ti hanno insegnato? Ecco come sistemare tutto in 6 ore e mezza senza cambiare i programmi della tua giornata.

Ciao, ti scrivo queste righe veloci mentre ho appena finito di bere un caffè al volo al bar per tirare il fiato dall’ultimo salvataggio della giornata.

Cos’ho salvato?

Bhé, lasciami che ti spiego bene con calma, perché davvero è una cosa che può servire anche a te. Se hai un gatto o un cane dentro casa che rende felici le tue giornate allora leggi fino in fondo queste righe perché ti saranno sicuramente utili.

Oh….intanto scusami se non mi sono ancora presentato.

Mi chiamo Roberto Bonifacio e da circa 15 anni aiuto le persone a pulire divani, materassi e tappeti presso il loro domicilio con il sistema che ho inventato io.

Non te la tiro tanto per le lunghe…se vuoi dare un occhio qui trovi i lavori che ho fatto.

Ma veniamo a noi perché voglio raccontarti cosa mi è successo qualche settimana fa.

Un Martedi mattina di agosto, ore 9 e venti circa.

Doveva essere una normale giornata di lavoro fino a quando non squilla il telefono.

Rispondo quasi distratto.

Una voce di donna invade i miei timpani inondandomi della disperazione tipica di chi deve preparare la festa del quarto compleanno del figlio e si ritrova con il divano e il tappetto del salotto sporco della pipi del gatto.

Borbotta il nome del paese dove abita con il respiro a mille all’ora.

Mi chiede se posso aiutarla.

Trepidante attende una mia risposta affermativa.

La festa è alle 19.00. Tutti i parenti invitati in un appartamento piccolo di condominio.

Guardo l’orologio.

“SI posso farcela” anche perché sono a pochi chilometri dal luogo del disastro.

Due telefonate ai miei collaboratori, sistemo i lavori e in mezz’ora sono davanti al campanello della casa di Giorgia, la signora che mi aveva chiamato.

Mi apre, sembra un mulinello da quanto è agitata. Con lei c’è la madre chiamata subito per farsi aiutare.

Giorgia mi porta nella sala da pranzo e mi fa vedere il problema. Il divano è rosso e il suo gatto non ci ha pensato due volte a scambiarlo per la lettiera. La temperatura si sta alzando, il sole batte forte e anche l’odore acre e fastidioso comincia ad invadere la stanza.

Ha provato con qualche detersivo specifico che il rivenditore le aveva dato ma davvero aveva solo peggiorato la situazione. Vedo qualche spugna, un secchio di acqua nell’angolo, ma quando gli animali la fanno sul divano serve una soluzione professionale per risolvere il problema.

Per fortuna Giorgia lo ha capito subito e, invece di intestardirsi a voler fare da sola, ha preso in mano lo smartphone e ha cercato soluzioni su come lavare i materassi su internet

Il marito non sa niente ed è al lavoro tranquillo e il bambino all’asilo.

Giorgia è un po’ imbarazzata ma io la tranquillizzo subito.

Questi inconvenienti possono succedere anche se il gatto è ben educato. Le cause possono essere molteplici e magari il clima diverso di euforia che c’era in casa per il compleanno del bambino può aver giocato un ruolo determinate.

Ho risolto situazioni ben più delicate.

Non mi preoccupo e mi metto al lavoro.

Giorgia sembra tranquillizzarsi per due minuti fino a quando non si accorge che deve preparare ancora tutto.

C’è la spesa da fare, il dolce da ritirare, tutto da cucinare.

Il tic tac dell’orologio sulla parete sembra sentenziare una mancanza di tempo che rovinerà la festa.

Mancava poco a mezzogiorno. Faccio due respiri e dico alla padrona di casa che può tranquillamente lasciarmi da solo a fare il lavoro. Un’oretta e sarà tutto come nuovo.

Lei non ci pensa due volte e si fionda fuori dalla porta di casa a rincorrere tutte le commesse che deve fare per rendere la serata indimenticabile.

Mi lascia con la madre in cucina che mi prepara qualcosa in silenzio, forse per scacciare i fantasmi di dover fare una vergognosa figura con i parenti.

Mi avvicino e respiro il profumo del caffè che premia le miei narici che stanno sopportando da qualche minuto la fastidiosa puzza della pipi del gatto fatto sul divano in una soffocante mattinata d’agosto.

Gli attrezzi sono pronti.

Bevo il caffè assieme ad un bicchiere d’acqua e poi inizio la mia missione.

Posso farcela, devo farcela per salvare la festa di compleanno di un bambino di 4 anni e della mamma che mi ha dato fiducia.

Il lavoro è impegnativo, il gatto si è impegnato tantissimo e il divano è bello impregnato. Dalla mia pronte cominciano a colare le gocce di sudore. Chiedo ancora un bicchiere d’acqua fresca.

Comincio a vedere i primi risultati:la macchia si sta sciogliendo come la neve al sole. I tempi sono stretti ma ce la faccio.

Vibra il telefono: è Giorgia che dal supermercato non riesce a nascondermi la sua preoccupazione. Provo a tranquillizzarla anche se il telefono non aiuta.

Dopo circa un’ora rientra con mille chili di roba nelle buste della spesa. Le mette frettolosamente in cucina prima di correre da me in salotto.

Mi guarda, sorrido.

Lei guarda il divano e con le mani al petto tira un sospiro si sollievo.

Corre dalla madre che non aveva il coraggio di uscire dalla cucina. La prende per mano e lentamente la trascina davanti al divano. La signora vede il colore tinta unita e pulito.

Sorride…..abbraccia la figlia e assieme capiscono che tutto è risolto. La

preparazione della festa della sera può procedere come nei programmi perché il problema è stato sistemato senza far perdere nemmeno un minuto a Giorgia. La spesa è stata fatta come preventivato.

Guardo l’orologio. Sono le 13…..un oretta di lavoro per sistemare un problema che poteva essere catastrofico.

Ci vogliono ancora 4 ora perché il divano si asciughi e quindi per le 17 tutto sarà in perfetto ordine.

Per quell’ora il marito di Giorgia potrà buttarsi sul divano con il telecomando come ha sempre fatto quando rientra dal lavoro e riposarsi per la festa.

La festa è salva e Giorgia ha evitato davvero una brutta figura (e ti assicuro anche le urla del marito).

Ti ho riassunto brevemente come è andata la mia giornata. Perché lo ho fatto?

Bhè semplicemente perché anche tu potresti esserti trovata in situazioni imbarazzanti quando la tua casa non era perfettamente pulita.

Credimi succede a tutti e non c’è assolutamente nulla di cui vergognarsi.

La cosa importante è non lasciar perdere e capire che esiste una soluzione professionale per la pulizia dei tuoi ambienti. Puoi risparmiare tempo e denaro e soprattutto metterti il cuore in pace perché non farai mai più brutte figure con le persone che vengono a trovarti.

Detto questo ora possiamo salutarci cosi, senza scambiarci i contatti. Tieni presente però, che corri il rischio che la tua casa rimanga sporca e quando hai bisogno di pulirla io non riesca ad arrivare cosi velocemente come ho fatto nel caso di Giorgia. Sai…non posso sempre trovarmi nei paraggi dei clienti

Oppure puoi inserire la tua migliore mail qui sotto. In questo caso ti tengo aggiornata sulle novità che ti aiutano a tenere perfettamente puliti i tuoi divani, materassi e tappeti.

Poi, solo nel caso tu lo voglia, posso venire a trovarti e dirti come posso aiutarti per rendere la tua casa più linda e splendente senza fare fatica e farti un figurone con le tue amiche.

Ora ti saluto davvero.

Ciao e grazie.

P.s. Con i miei collaboratori copro tutte le aree del nord Italia. Quindi non preoccuparti se abiti in zone lontane perché posso fornirti lo stesso il servizio

P.p.s. Se hai divani o materassi che pensi di buttare perché troppo sporchi …fermati! Chiamami perché ho risolto situazioni che sembravano irrecuperabili e posso farti risparmiare un sacco di soldi evitandoti di comprare roba nuova

About the Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.